Menu' principale:

Ricerca

Categorie

ottobre: 2017
L M M G V S D
« ago    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Archivio

Il mobile advertising è in crescita: muove affari per 3,3 miliardi di dollari

I dati dimostrano che c’è una costante crescita degli investimenti della spesa pubblicitaria sul mobile, che permette la geolocalizzazione dell’utenza e la possibilità di offrire servizi più in real time.

Come aveva mostrato il presidente di IAB Italia Binaghi, dati confermati anche da Marc Vos, Partner & Managing Director BCG, durante l’ultimo IAB Events 2011 tenutosi a Roma, il settore del mobile è in continua crescita e rappresenta uno dei mercati più in espansione nel mondo. Gli italiani che cercano news su Internet sono 22 milioni, Vos ha detto “Quello che in italia non compriamo online lo cerchiamo online e lo compriamo offline, credo che la predisposizione per i telefonini e l’interesse possa per far nascere l’M-commerce (mobile commerce) in Italia”.

Secondo gli ultimi dati, diffusi da Gartner, una delle aziende leader nel mondo nella ricerca e consulenza sulle tecnologie dell’informazione, il budget speso in mobile advertsing in America settentrionale nel 2010 è stato di 304,5 milioni di dollari, quest’anno arriverà a 701,1 milioni fino ai 5,79 miliardi nel 2015. In Europa invece i dati si riferiscono a 257,1 milioni spesi nel 2010, 569 milioni il trend di quest’anno per arrivare a 5,1 miliardi di dollari nel 2015. L’area Asia Pacifico (Giappone compreso) ha speso 868,8 milioni nel 2010, quest’anno si arriverà a 1,62 miliardi e nel 2015 a 2,7 miliardi.

Le previsioni sul futuro

Gartner fornisce ai propri clienti, corporazioni, agenzie governative, aziende leader nel business anche gli insight per prendere le giuste decisioni future nel mercato. Il fatturato complessivo del mobile advertising si stima raggiungerà i 3,3 miliardi di dollari quest’anno, più del doppio rispetto al 2010 e si arriverà alla quota dei 20,6 miliardi di dollari nel 2015. I budget pubblicitari sul mobile stanno aumentando nel mondo passando dallo 0,5 della spesa complessiva in advertising del 2010 fino al 4% previsto nel 2015.

Per quanto riguarda le aree territoriali. L’America settentrionale e l’Europa Occidentale, prevedibilmente, sono le regioni dove gli investimenti cresceranno di più, arrivando rispettivamente al 28% e 25% della spesa complessiva a livello globale nel 2015. Andrew Frank, research vice president di Gartner, specifica” Gli uomini marketing delle aziende dovrebbero fare in fretta con le sperimentazioni, e considerino già da ora budget specifici per il mobile advertising per non perdere il treno dell’adozione di massa di smartphone e tablet”. In Italia si stima che ci sono 5 milioni di ereader e tablet; mentre sono circa 15 milioni gli smartphone che rendono il nostro paese leader del mercato europeo.

La ricerca dimostra che sul mobile producono ottime conversioni, in termini di business, l’opzione “search” sui motori di ricerca e le mappe, vista la possibilità di geolocalizzazione attraverso i dispositivi; ciò può favorire anche il marketing territoriale di enti turistici e culturali, oltre che il business delle vendite retail, ristoranti, pub e hotel; dai dati emerge che anche gli spot audio e video registreranno un incremento fino al 2015.

fonte: tech.fanpage.it

Scrivi un commento